logo


Il Convegno è promosso dalla Facoltà pontificia Auxilium Scienze dell’educazione e dal Centro Studi Hansel e Gretel Onlus con l’adesione dell’Associazione Rompere il silenzio. La voce dei bambini.

 

Cos’è l’intelligenza emotiva? Perché può generare benessere e cambiamento? Perché e può favorire l’ascolto e l’aiuto dei bambini e degli adulti portatori di disagio e difficoltà? Sono le domande che questo Convegno si porrà.

Nella società contemporanea la cultura dello sballo mira ad evacuare il pensiero e l’esaltazione strumentale delle emozioni cerca di attirare l’attenzione dello spettatore e del consumatore. L’ascolto empatico delle emozioni è invece la premessa del prendersi cura. Il rispetto delle emozioni, di tutte le emozioni e delle emozioni è il fondamento dell’intervento di aiuto alle persone, in primis alle persone più fragili e bisognose come i bambini.  L’impegno a pensare e a dire le emozioni consente di impedire gli agiti impulsivi. L’intelligenza emotiva nel lavoro educativo e sociale, nell’impegno scolastico, nell’ascolto dei soggetti traumatizzati è una prospettiva per favorire la comunicazione tra adulti e bambini, tra bambini e bambini, fra adulti e adulti.   Per fare in modo che la sofferenza del bambino venga contenuta, riciclata e trasformata in occasione di crescita  bisogna che la mente abbracci il cuore e che i genitori, gli educatori, i professionisti dell’infanzia sviluppino non solo competenze tecniche e culturali, ma anche e soprattutto competenze emotive e relazionali.

Nel corso del Convegno verrà presentato il Master “Gestione e sviluppo delle risorse emotive” che si svolgerà a Roma dal settembre 2018

 

 

Mattina

 

(h. 9. 00) Intervento di saluto

Suor Pina del Core, Preside Facoltà pontifica Auxilium Rona 

 

(h. 9. 30) “Ascolto emotivo, ascolto attivo, ascolto empatico”

Claudio Foti, psicoterapeuta,  Torino

Direttore scientifico, Centro Studi Hansel e Gretel Onlus – Torino

Presidente Rompere il silenzio. La voce dei bambini

 

(h. 10, 15) “Cura delle emozioni e riciclaggio della sofferenza”

Nadia Bolognini,

psicoterapeuta, dir. area evolutiva, Centro Studi Hansel e Gretel Onlus – Torino

 

Rappresentazione psicodrammatica in assemblea

Break

 

(h. 11, 30) Video intervista di Daniel Goleman “SOFFERENZA DEL BAMBINO E INTELLIGENZA EMOTIVA”. Prima parte: “Intelligenza emotiva, infanzia, società e violenza”

 

(h.  12)  “L’abuso sessuale sui bambini: negazione e negazionismo”

Andrea Coffari, avvocato, Presidente Movimento per l’infanzia – Firenze

 

Raccolta dei vissuti emotivi dei partecipanti con le metodologia dell’intelligenza emotiva

 

Pomeriggio (h. 14 – 18)

 

(h. 14) Video intervista “SOFFERENZA DEL BAMBINO E INTELLIGENZA EMOTIVA” Seconda parte: “L’educazione, la scuola, i sentimenti”

 

(h. 14. 30) “A scuola di emozioni. Didattica ed intelligenza emotiva”

Anna Maltese, insegnante, formatrice, Centro Studi Hansel e Gretel Onlus – Torino

 

(h. 15) “Handicap, ascolto e intelligenza emotiva”

Paola Crosetto, insegnante, formatrice, Centro Studi Hansel e Gretel Onlus – Torino

 

Interazioni con il pubblico

 

(h.16, 15) “Testimonianza. Dal buio alla speranza”. Sandy Sammartino

 

(16. 30) “Ascolto del bambino, emozioni in circolo,  linguaggio del corpo”

Francesca Imbimbo, pedagogista,  già responsabile di comunità e coordinatrice di servizi – Milano

Direttivo Rompere il silenzio. La voce dei bambini

 

(h. 17)  Conclusioni

Gianluca Baldasseroni, avvocato, Direttivo Rompere il silenzio. La voce dei bambini

 

Raccolta dei vissuti emotivi dei partecipanti con le metodologia dell’intelligenza emotiva